fbpx

Teo e le nuove scarpine

Referente: Sabrina Speranza

Scuola: Scuola dell'infanzia Aporti (IC ghedi) SEZIONE LILLA (team Azzurro) – brescia
Classe: Sezione eterogenea

Descrizione:

Teo è un orsetto che deve andare per la prima volta alla scuola dell’infanzia, ma deve fare i conti con le sue scarpine birbanti. E’ un progetto inventato per l’accoglienza. E’ una storiella utile per rielaborare le emozioni relative ai primi giorni di frequenza a scuola e per riflettere quanto sia importante andare d’accordo tra compagni/amici.

Titolo
Una bella mattina d’estate, la mamma di TEO lo svegliò per andare a fare acquisti: “Svegliati dormiglione!” gli disse dolcemente, “Dobbiamo andare a comperare delle nuove scarpe, mio piccolo cucciolo, perché tra qualche giorno dovrai andare a scuola e quelle che indossi cominciano ad essere strettine!!”“Siiii!! Rispose felice TEO, stropicciandosi gli occhi, le scarpe nuove! Quando andrò a scuola le farò vedere alle mie maestre ed ai miei nuovi amici.”
Così Teo fece colazione velocemente e, con la sua mamma, si recò in città, dove ci sono tanti bei negozi.“Eccole eccole!!” Gridò all’improvviso il piccolo orsetto “Sono queste le scarpine giuste per andare a scuola!”La mamma guardò la vetrina del negozio di scarpe dove Teo si era fermato e vide delle belle scarpe appoggiate sulla loro scatola colorata.
Entrarono nel negozio e l’orsetto le provò. “Belle! Come sono comode! Non vedo l’ora di andare a scuola per indossarle e giocare”, disse Teo emozionato.
Quando tornò a casa, però, il piccolo tolse le scarpe dalla scatola e cominciò a camminare in lungo ed in largo per tutte le stanze con aria fiera di orsetto diventato già grandicello. Ma….“Guarda cara che io sono quella che deve stare davanti!! “ Disse una delle scarpine. “Non ci penso proprio ad ascoltarti bellina, sono io quella che deve stare davanti!!” Rispose la seconda scarpina.“ E’ inutile che ti dai tutte quelle arie da principessa, io sarò la prima!”, ribattè la prima scarpina. “Beh, l’hai detto, io sono una principessa, comando io e quindi starò io per prima” replicò la seconda scarpina.
Quelle due birbanti continuavano a litigare superandosi velocemente, mentre il povero Teo faticava a rimanere in equilibrio, finchè ad un certo punto….PATAPAM!!! Fece un grande ruzzolone.“ Ahiaiai!!! Che botta!” disse Teo, ”Ma voi scarpine siete proprio impazzite!! Litigate e litigate e non vi accorgete che io non riesco neppure a camminare. Come faccio ad andare a scuola con voi? Pensate che figuraccia mi fareste fare davanti alle mie maestre ad ai miei amici!
Così Teo, tutto rattristato, mise le due birbone nella scatola, pensando che forse sarebbe stato meglio andare a scuola con le sue vecchie scarpe. Le scarpine si ritrovarono da sole, al buio, senza la possibilità di scorrazzare per tutta la casa… Che disastro! “Beh, potremmo trovare una soluzione”, disse una scarpina. “Sì, giusto. Potremmo metterci un po’ d’accordo”. Le rispose l’altra. “Sai cosa potremmo fare? Stare davanti a turno! Prima ci sto io, poi ci stai tu. Un po’ per uno. Cosa ne dici?” Propose la prima. “Mi sembra proprio una bella idea” Disse la seconda.”Così Teo ci toglierà da questa scatola ed andremo a scuola con lui.”
Teo, nel frattempo, si era consolato facendo merenda con un gustoso panino con la cioccolata. Si avvicinò alla bella scatola colorata e tolse il coperchio. Guardò le sue belle scarpine sospirando e si sorprese perché loro si stavano guardando sorridendo. “Avranno fatto pace… forse!” Pensò Teo, “Come mi piacerebbe camminare ancora un po’ con loro…” Così Teo indossò le scarpine e….Sorpresa!!! Si muovevano una davanti all’altra dandosi il cambio, senza litigare, senza fargli perdere l’equilibrio…Che meraviglia!!!
Teo era veramente felice. Tra qualche giorno sarebbe andato a scuola e le sue scarpine erano fantastiche!! “I bambini indosseranno scarpe tutte diverse” disse la prima scarpina “Già, avremo un sacco di amici anche noi come Teo” Rispose contenta la seconda, perché sapeva che con loro avrebbero condiviso un bellissimo viaggio insieme.

Votazioni chiuse!

Copyright © Raffaello Libri S.p.A. | P. IVA 01479570424 | Dati Societari | Privacy Policy | Cookie Policy