fbpx

Gli Azzurri noi siamo e ci raccontiamo (Storia in rima della nostra classe, per chi non ci conoscesse)

Referente: Anna Fani

Scuola: Scuola dell'Infanzia "L'Aquilone" – arezzo
Classe: 5 anni

Descrizione:

L’idea di inventare una storia è nata giocando con le rime: impariamo spesso filastrocche a memoria, abbiamo creato il memory delle rime, facciamo indovinelli in rima…insomma ci piace scoprire la sonorità delle parole che finiscono in modo uguale o simile. Siamo una sezione di bambine e bambini all’ultimo anno di Scuola dell’Infanzia e con l’aiuto delle maestre abbiamo provato ad abbinare i nostri nomi e qualche cognome con altre parole per descriverci. Ognuno di noi ha anche disegnato se stesso all’interno di sagome stilizzate da utilizzare come personaggi nel kamishibai. Per le rime abbiamo incluso anche alcune parole in dialetto locale per noi perfettamente comprensibili e di uso comune nella nostra zona.

Siamo la Sezione degli Azzurri, una classe di bambini piuttosto bizzarri: ognuno di noi ha un nome e cognome e qualcuno perfino un soprannome; adesso ci presentiamo e la nostra storia vi raccontiamo.
Ci siam conosciuti tre anni fa e, anche se non è nell'antichità, è un tempo lungo, per la nostra età: eravamo allora bambini piccini, ma ora siamo già cresciutini perchè abbiamo cinque anni o sei e non facciamo più piagnistei.
Ormai le regole abbiamo imparato, di diritti e doveri abbiamo parlato, sappiam riconoscere le emozioni, le loro sfumature e le eccezioni... Ognuno ha le sue qualità, siam buffi, agitati e questo si sa; a volte tra noi siamo un po' litigiosi e anche un tantino permalosi ma quando vogliamo siamo i più amorosi e di abbracci siamo golosi! Abbiamo imparato l'alfabeto però non seguiamo quell'ordine che qualcuno inventò: vi diremo i nostri nomi in rima, vince chi li abbina prima!
Il nostro amico Niccolò un bel giorno pedalò e purtroppo poi cascò ma a sbiciclettare continuò! C'è poi Davide Salatiello che vive in quel castello, è più buono di un casatiello e quando piove va senza ombrello! Il nostro amico Achille corre forte e va a mille, più veloce delle anguille, i suoi piedi fan scintille!
Il suo amico ciliegia che è Francesco anche lui corre come vento fresco e, siccome si chiama Selvaggio, grida sempre "all'arrembaggio!" Il nostro amico Mattia corre più forte della polizia, più forte di un treno sulla ferrovia, corre fortissimo e scappa via! La nostra amica Carolina non vuole fare la ballerina, preferisce giocare con la macchinina o fare a calcio una partitina!
Alla nostra amica Lucrezia Nisticò, che più buona non si può, piace la storia della Giuseppina Cannavò, la signora piccina picciò! Il nostro amico Antonio De Coro è felice se canta con noi in coro, è più forte perfino di un toro e se lo guardo mi innamoro! La nostra amica Sofia Sardella delle principesse è la più bella, gioca con lo Zio Lupo e la sua padella ed è dorata come una stella!
La nostra amica Adele non guarda mai la tele, preferisce dispiegare le vele ed è dolce come il miele! La nostra amica Michela mangia solo e soltanto la mela e siccome si chiama Filosa un bel principe se la sposa! Con la nostra amica Viola di sicuro il tempo vola, tra un disegno e una capriola, tra baci, abbracci e una ola!
Con la nostra amica Marisol splende sempre in cielo il sol e, visto che si chiama Fiore, vuole bene con il cuore! La nostra amica Chiara Bianchi ha una gonna stretta ai fianchi, con lei certo non ti stanchi e quando non c'è diciam "ci manchi!" La nostra amica Giorgi Sofia non vorrebbe mai andar via: la conoscon tutti, anche mia zia, delle sue risate seguiam la scia!
La nostra amica Emma è preziosa come una gemma, non ha mai nessun dilemma, per ogni ostacolo ha uno stratagemma! La nostra amica Martina è davvero una brava cittina; di cognome fa Valdambrini, difficile da dire per alcuni bambini! La nostra amica Eleonora è una dolce bambina mora, gioca e canta fin dall'aurora, non le basta il tempo, ne vuole ancora!
Di bambini siamo diciotto, un bel numero da passerotto, oppure da cane bassotto o anche da festa in un gran salotto. Siam tutti amici, è la verità, con tante idee in quantità! La nostra maestra Anna ci canta spesso l'Oleanna o con la chitarra il parappappero che ci diverte per davvero ed ha un cuore grande e sincero. La nostra maestra Monica non sa suonare l'armonica ma ci legge storie di mostri pelosi, lupi o altri esseri spaventosi che in verità ci rendono più coraggiosi! La maestra Maria Teresa non si è mai arresa, sorride sempre senza posa, inventa giochi allegra e gioiosa! La maestra Sabrina scherza con qualche sua battutina, con la sua bella voce squillante "La strega dice" di magie ne fa tante! La maestra Martina è lunga e magra come una sardina, ci fa ballare con la musichina e sembra quasi una fatina! La maestra Francesca, delicata e dolce come una pèsca, noi tifiamo per vederla tornare, per poter tanto altro imparare! Di religione c'è la maestra Ornella, che è anche la maestra più bella: ci racconta le storie di Gesù e ci fa restare col naso all'insù. Lei era l'ultima, non ce ne è più! Questa storia finisce qua. Oppure continua, chi lo sa... E chi a questa storia non ci crede, che gli venga il prurito al piede! E a chi la rima non è piaciuta, che si trasformi in una nana muta!!!

Votazioni chiuse!

Copyright © Raffaello Libri S.p.A. | P. IVA 01479570424 | Dati Societari | Privacy Policy | Cookie Policy