fbpx

Barbaverde

Referente: Gabriella Lanese

Scuola: Scuola dell'infanzia di Busso (Istituto Comprensivo "G. Barone" Baranello) – campobasso
Classe: Sezione eterogenea

Descrizione:

Tutti noi ci troviamo ad affrontare momenti difficili…e tutti noi, di fronte ad un evento spiacevole ed inaspettato, siamo messi a dura prova, ci sentiamo smarriti! Le emozioni ed i sentimenti considerati negativi fanno parte del percorso di ciascuno, perciò vanno vissuti e non repressi o rifiutati. Questo è fondamentale per riuscire a superare/gestire le frustrazioni anche in età adulta. In quest’ottica abbiamo ideato la storia di un cavaliere, prototipo dell’eroe senza macchia e senza paura, che improvvisamente viene abbandonato dai suoi compagni d’avventura nonché amici fedelissimi. E allora? Persino lui si sente disorientato, deluso, angosciato. Riuscirà il nostro eroe a ritrovare il coraggio e la voglia di proseguire il suo cammino?

Sono stati i bambini a scegliere i personaggi della nostra  storia e hanno anche pensato di “caratterizzare” il protagonista con un tratto fisico molto particolare e fantasioso (la barba verde) da cui deriva il suo stesso nome. Lo sviluppo della vicenda, con uno schema narrativo semplificato all’osso (inizio, sviluppo, conclusione) è venuto fuori da vivaci conversazioni in sezione. Solo in un secondo momento, per rendere il racconto più accattivante e “musicale”, lo abbiamo riscritto in rima: un lavoro lungo, ma divertente e costruttivo, che ci ha tenuti impegnati per diversi giorni.

Infine, i piccoli alunni hanno contribuito alla realizzazione delle tavole illustrate, creando sfondi variopinti in piena libertà. Hanno utilizzato i gessetti colorati, scelti e mescolati a loro piacimento, con l’unica indicazione di lasciarsi guidare dalle emozioni trasmesse dalla fase del racconto da rappresentare.

Buona lettura!

 

C'era una volta, tanto tempo fa, in un paese molto lontano da qua, il nobile Cavaliere Barbaverde, conosciuto e amato da tutta la gente.
Non era mai solo, ma sempre accompagnato dal suo cavallo bianco e dall'amico fidato. Insieme affrontavano draghi, spietati bucanieri. Proteggevano il popolo da banditi e guerrieri.
Ma accadde, un giorno infausto, che il suo bel destriero e l'aiutante scudiero, stanchi di combattere al suo fianco senza essere apprezzati altrettanto, decisero di ritirarsi a vita privata, abbandonando il Cavaliere...e la sua barba colorata.
Al povero Barbaverde, solo e affranto, sembrò rotto ormai l'incanto! Le lotte ardite e gli audaci progetti non eran più allettanti, senza i suoi amichetti! E allora cosa fare? Pensò l'eroe angosciato "Dovrei ritirarmi anch'io lasciando tutti senza fiato?"
Provò a convincere i suoi amici a tornare insieme a lui, ma erano ormai stanchi...e stufi dei guai altrui!
Eppure il Cavaliere non voleva rinunciare, sentiva che aveva ancora qualcosa da dimostrare. Cupo e pensieroso gironzolava qua e là. Qual era la sua strada? Il suo tormento un giorno finirà?
Ma all'improvviso ecco, proprio lì davanti, un piccolino in lacrime con gli occhi affranti. Gli tese la mano, il prode Cavaliere, sollevandolo presto dalle sue pene. Sul volto del bambino il sorriso tornò, e fu così che ogni cosa illuminò!
Eccolo il suo scopo, la sua aspirazione: rendere il mondo un posto migliore. Con la sua lucente spada, con la sua barba verde, avrebbe lottato ancora per tutta la gente. Si sentì di nuovo forte, ancora pieno di coraggio...si sentì finalmente pronto a riprendere il suo viaggio.

Votazioni chiuse!

Copyright © Raffaello Libri S.p.A. | P. IVA 01479570424 | Dati Societari | Privacy Policy | Cookie Policy