fbpx

Giornata Mondiale dei Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

|

Come affrontare il tema dei diritti in classe?

I BAMBINI SONO FIORI
(Roberto Piumini)

I bambini sono fiori
da non mettere nel vaso:
crescon meglio stando fuori
con la luce in pieno naso.
Con il sole sulla fronte
e i capelli ventilati:
i bambini sono fiori
da far crescere nei prati.

Con queste parole di Roberto Piumini apriamo la porta alla Giornata Mondiale dei Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che si celebra il 20 novembre di ogni anno, data che coincide con il giorno cui l’Assemblea generale ONU adottò la Dichiarazione dei diritti del Fanciullo, nel 1959, e la Convenzione sui diritti del fanciullo, nel 1989. Un documento che è diventato la base del lavoro di protezione dei bambini e gli adolescenti di tutto il mondo.

Come affrontare con gli alunni un tema così importante?
Quali aspetti possono essere discussi e approfonditi in classe?

Innanzitutto, è importante conoscere il percorso storico che ha portato alla nascita della Convenzione, un insieme di norme che dovrebbero essere superflue, perché proteggere i bambini, assisterli, accudirli, curarli dovrebbe essere insito nel DNA di ciascun individuo adulto. Ma siccome così non è, allora ben vengano gli articoli della Convenzione insieme a pene severe per chi non li rispetta.

È giusto che i bambini siano consapevoli dell’esistenza di questa Convenzione, prendano coscienza di avere dei diritti e siano informati sul fatto che esistono organismi preposti alla loro tutela, organismi cui possono fare riferimento quando qualcuno di questi diritti viene disatteso.

È interessante con i bambini e i ragazzi riflettere sui loro bisogni, suddividendoli in “salvavita” e quindi legati alla sopravvivenza, e “salvacuore” cioè legati alla sfera emotiva, relazionale, affettiva. 

È un diritto quello di avere cibo a sufficienza per vivere, un tetto sotto cui ripararsi e abiti puliti e pace ma è anche un diritto quello di poter frequentare una scuola, di essere oggetto di “cura”, di avere tempo per giocare e per realizzare le proprie inclinazioni.

La convenzione risponde a tutto questo, i suoi articoli coprono tutti i diritti di cui i bambini e i ragazzi sono portatori assolvendo a due funzioni: da un lato rendere i bambini e i ragazzi consapevoli dei loro diritti dall’altro ricordare agli adulti di comportarsi “da adulti”, garantendo a tutti i bambini del mondo la possibilità di crescere in pace, con gioia, con rispetto, con amore.

Quale modo migliore di affrontare la Giornata dei diritti se non con delle letture mirate? Ne parleremo nella LEZIONE IN DIRETTA dedicata a questa giornata speciale di venerdì 19 novembre alle ore 10:00 con Flavia Franco. Intanto… qualche consiglio di lettura!


La costituzione è come un albero

Autrice: Lorenza Farina
Classe consigliata: prima

Il pallone è maschio, la palla è femmina

Autrice: Loredana Frescura
Classe consigliata: prima, seconda e terza

Sulle rive del Tigri

Autrice: Flavia Franco
Classe consigliata: terza e quarta

La leggerezza delle nuvole

Autrice: Flavia Franco
Classe consigliata: quarta e quinta

Cataloghi

Il Mulino a Vento

Per la Scuola Primaria

Il Mulino a Vento

Per la Scuola Secondaria

Raffaello Ragazzi

Per crescere insieme

Raffaello Scuola

Scuola dell'Infanzia

Copyright © Raffaello Libri S.p.A. | P. IVA 01479570424 | Dati Societari | Privacy Policy | Cookie Policy